L’inchiesta di New York: Facebook ha fornito i dati degli utenti ad Apple, Amazon e Samsung

L’inchiesta di New York Time ha pubblicato un’affermazione su Facebook secondo cui l’azienda aveva una partnership con varie società tecnologiche o servizi online. Il gigante della tecnologia come Spotify, Netflix, Microsoft, Apple, la Royal Bank of Canada e le aziende hanno avuto l’accesso a leggere e scrivere messaggi privati, visualizzare il nome degli utenti, le voci del calendario e dati simili senza l’approvazione degli utenti. Recentemente, la società aveva ammesso che ciò era accaduto, ma senza il loro consenso. Come ha riferito il New York Times, il gigante di diverse società ha avuto un accesso diverso ai dati degli utenti e alle informazioni private. Facebook consente al motore di ricerca Microsoft di vedere i nomi degli amici degli utenti e altre informazioni personali. La società ha autorizzato Apple a visualizzare le voci di contatto e di calendario degli utenti di Facebook, indipendentemente dall’attivazione o disattivazione della funzione di condivisione dei Per Saperne Di Più